Milano, 4 agosto 2020 — Dynatrace (NYSE: DT), la software intelligence company, ha annunciato di aver esteso la sua piattaforma per fornire l’osservabilità basata su AI nello strato infrastrutturale degli ambienti Kubernetes, per includere ogni container, pod, nodo e cluster. Questo è il miglioramento più recente di Dynatrace®, che già fornisce una traccia distribuita automatica e insight a livello di codice su applicazioni e microservizi in esecuzione su Kubernetes.

La pressione per accelerare la trasformazione digitale ha spinto le aziende ad aumentare i loro investimenti nello sviluppo di ambienti cloud native utilizzando microservizi e architetture di container. Secondo una recente ricerca della Cloud Native Computing Foundation, l’84% delle società utilizza container in fase di produzione e il 78% utilizza Kubernetes come soluzione preferita proprio per la gestione dei container. Mantenere un’osservabilità completa su insight e microservizi, e anche sull’infrastruttura su cui sono in esecuzione, è fondamentale per assicurare le performance e la disponibilità di ambienti Kubernetes complessi e distribuiti. Riunire i team dedicati all’infrastruttura, alle applicazioni e all’engineering dell’affidabilità dei siti (SRE), con tutti gli utenti che utilizzano gli stessi dati, velocizza e semplifica l’ottimizzazione delle applicazioni e dell’infrastruttura, la risoluzione dei problemi e l’accelerazione della trasformazione digitale.

“Il nostro application team si affida già a Dynatrace per l’osservabilità con AI di insight e dei microservizi in esecuzione nel nostro ambiente Kubernetes”, ha dichiarato Manfred Immitzer, Managing Director and Chief Digital Officer di Porsche Informatik. “Ora il nostro team IT può utilizzare Dynatrace per ottimizzare l’infrastruttura di Kubernetes con lo stesso livello avanzato di osservabilità in ogni container, pod, cluster e nodo. L’engine AI di Dynatrace favorisce la collaborazione tra la nostra infrastruttura e i team DevOps, assegnando una priorità alle anomalie rilevate, aiutandoci a risolvere rapidamente i problemi e ci consente inoltre, di avere più tempo per offrire novità e miglioramenti nella customer experience così da migliorare il nostro business”.

Con questa release, i clienti Dynatrace® possono capire immediatamente la disponibilità, l’integrità e l’utilizzo delle risorse dell’infrastruttura Kubernetes. Poiché Kubernetes è altamente dinamico, Dynatrace rileva continuamente tutti i componenti dell’infrastruttura, i microservizi e le interdipendenze tra entità per creare e mantenere una mappa topologica precisa e in tempo reale. L’engine AI di Dynatrace, Davis™, utilizza questa mappa per identificare automaticamente e stabilire le priorità delle anomalie e, se necessario, consentirne la loro correzione automatica.

“Dynatrace ha sempre fornito un’osservabilità approfondita per applicazioni e microservizi in esecuzione su Kubernetes”, ha affermato Steve Tack, SVP di Product Management, Dynatrace. “Ora stiamo offrendo la stessa osservabilità avanzata basata sull’intelligenza artificiale a tutti i livelli dell’infrastruttura di Kubernetes. Dynatrace offre ai team IT i vantaggi di una piattaforma all-in-one, con traccia distribuita e dettagli a livello di codice per tutte le app e i microservizi Kubernetes e insight sull’infrastruttura, come disponibilità, integrità e utilizzo, su ogni microservizio, container, pod, nodo e cluster. In questo modo si possono creare e distribuire app native per il cloud e migliorare continuamente la customer experience dei clienti con maggiore velocità e sicurezza”.

Per ulteriori informazioni sui miglioramenti delle funzionalità di Dynatrace per le applicazioni e gli ambienti infrastrutturali di Kubernetes è possibile visitare il blog Dynatrace.